Skip links

Agevolazioni Rientro dei Cervelli 2019

Sei un ricercatore o lavori all’estero? Con il Decreto Crescita il governo ha aumentato le agevolazioni per favorire il rientro dei cervelli. Ma esattamente, in che cosa consistono queste agevolazioni? Cosa cambia rispetto a prima? Andiamo a scoprire insieme gli incentivi per il rientro dei lavorativi dall’estero!

Prima però, se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni a cui hai diritto e se vuoi risparmiare sulle tasse che paghi, scarica subito  EasyTax Assistant dagli store  iOS e Android! È gratis!

Agevolazioni Rientro dei cervelli: cosa sono

Nel corso degli ultimi anni, si è provato più volte ad incentivare il rientro nel nostro Paese dei cosiddetti cervelli in fuga, ovvero quelle figure professionali di alto livello, con esperienze significative maturate all’estero. Il Decreto Crescita 2019, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 30 aprile, ha rivisto ed aggiornato il sistema di agevolazioni fiscali, cercando di incentivare i rimpatri.

Agevolazioni Rientro dei Cervelli: com’erano

Fino al Decreto Crescita le agevolazioni erano le seguenti:

  • Lavoratori rimpatriati: esenzione del 50% del reddito di lavoro autonomo o dipendente per 5 anni dall’acquisizione della residenza fiscale in Italia. I requisiti erano: essere laureati, aver svolto attività di lavoro o aver studiato all’estero per 24 mesi.
  • Docenti e ricercatori: esenzione del 90% del reddito di lavoro autonomo o dipendente per 4 anni dall’acquisizione della residenza fiscale in Italia. I rispettivi requisiti erano: essere stati residenti all’estero non in maniera occasionale, essere in possesso di un titolo di studio universitario o equiparato, aver svolto attività di docenza o ricerca all’estero per 2 anni.

Agevolazioni Rientro dei Cervelli: cosa cambia

Che cosa prevede esattamente l’aggiornamento al sistema di agevolazione contenuto nel Decreto Crescita? Per quanto riguarda i lavoratori rimpatriati le principali modifiche sono:

  • La riduzione dell’imponibile passa dal 50 al 70%
  • Semplificazione delle condizioni per accedere al regime fiscale di favore
  • Estensione del regime anche ai lavoratori che avviano un’attività d’impresa a partire dal periodo d’imposta in corso l 1° gennaio 2020
  • Maggiori agevolazioni fiscali per ulteriori 5 periodi d’imposta in presenza di specifiche condizioni

Per i docenti e i ricercatori, invece, sono previste le seguenti modifiche:

  • Prolungata da 4 a 6 anni la durata del regime di favore fiscale
  • Si prolunga la durata dell’agevolazione fiscale a 8, 11, 13 anni in presenza di specifiche condizioni (figli minorenni e acquisto dell’unità immobiliare di tipo residenziale in Italia)

Se ti è stato utile questo articolo e se vuoi cominciare a risparmiare da subito sulle tasse che paghi, scarica subito EasyTax Assistant dagli store  iOS e Android! È gratis!!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis