Agevolazioni cani guida 2019: tutto quello che c’è da sapere | EasyTax Assistant - Blog

Il cane è il miglior amico dell’uomo, si sa da tempo immemore. Il cane, inoltre, aiuta l’uomo in molti modi: uno di questo, nello specifico, è fare da guida ai non vedenti. Lo Stato ci aiuta nel caso in cui ci sia bisogno di un cane guida, per cui, leggi l’articolo se ti interessa!

Se hai un parente cieco o conosci qualcuno che soffra di cecità, o se più semplicemente vuoi saperne di più sull’argomento, continua a leggere!

DETRAZIONE CANE GUIDA: cos’è e come funziona

Quel che devi sapere subito è che ci sono due diverse agevolazioni fiscali legate ai cani guida per non vedenti:

1) agevolazione fiscale per l’acquisto del cane guida

2) agevolazione fiscale per il mantenimento del cane guida

Iniziamo dalla prima!

DETRAZIONE FISCALE ACQUISTO CANE GUIDA: Tutto quel che devi sapere

Come forse saprai, c’è un’agevolazione fiscale per i non vedenti che devono acquistare un cane guida.

Come funziona?

Si tratta di una detrazione (se non sai cosa sia una detrazione, leggi questo nostro articolo!), nel caso specifico, da far risultare sulla dichiarazione dei redditi.

Nel 2018, la detrazione è pari al 19%.

Cosa comprende questa cifra?

Semplicemente, tutte le spese sostenute per l’acquisto del cane guida, come recita la norma di riferimento, quindi, ad esempio, le vaccinazioni iniziali e tutte quelle spese in qualche modo necessarie quando si acquista un cane

In altre parole, da quello che spendi puoi detrarre il 19%, che significa che, dalle tue tasse per un determinato anno, puoi levare quella somma.

Alcune precisazioni: la detrazione vale sia per il non vedente che per il familiare che ha a carico il non vedente!

Inoltre, si può usufruirne sia in un’unica soluzione che in 4 rate, nell’arco dell’anno. Infine, puoi usufruirne una sola volta in 4 anni, a meno che tu non possa dimostrare che il cane-guida non sia più con te (perché se n’è andato in Cielo, perché è scappato, e così via).

Non male, no? Ma non è finita qui!

DETRAZIONE FISCALE MANTENIMENTO CANE GUIDA 2018:come funziona?

Non solo, infatti, il non vedente può detrarre quanto speso per l’acquisto del cane, ma può anche detrarre quanto speso nell’arco dell’anno per il mantenimento del cane guida.

D’altronde, come si sa, i cani costano: il cibo, il dog sitter, le spese veterinarie (già detraibili, a dire il vero), i corsi di addestramento e così via. Tutte queste spese si possono detrarre, ma c’è un ma: l’ammontare detraibile, questa volta, non è una percentuale (come, appunto, il 19% della spesa totale che abbiamo visto poco sopra), bensì un importo forfettario. Questo importo era pari a 516,43 euro nel 2018.

DETRAZIONE FISCALE MANTENIMENTO CANE GUIDA 2019: a quanto ammonta per il prossimo biennio 2019-2020?

Ho usato il tempo verbale passato in quanto è fresca fresca la notizia per cui l’importo forfettario detraibile è stato considerevolmente aumentato, quasi del doppio: dai  516,00 euro si è, infatti, passati a circa 1000,00 euro per tutto il 2019 ed il 2020. Un’ottima notizia, per chi deve mantenere un cane e sa che un importo del genere è molto più plausibile rispetto ad un importo di soli 514,00 euro.

Ti informo comunque che la detrazione, salvo cambiamenti che interverranno in futuro, è usufruibile solo dal non vedente direttamente, e non dal familiare cui è a carico. La buona notizia, però, è che essendo l’importo forfettario, non è necessario allegare alla dichiarazione dei redditi alcuna documentazione attestante le spese effettute per il mantenimento del cane guida.

Nel mondo delle tasse e e dei tributi, c’è EasyTax Assistant: che, come un fido Labrador da riporto, ti viene a prendere lontano dalla riva, quando le forze stanno per finire e già ti vedi mangiato da uno squalo, e ti riporta a riva, nel porto sicuro delle detrazioni e delle deduzioni fiscali. Agevolazioni fiscali che possono davvero farti risparmiare tanti soldi: perché rinunciarvi? Scaricala subito dagli store (sia iOS che Android), è gratis!