Sugar Tax: cos’è e cosa comporterà | EasyTax Assistant - Blog

Arriva in Italia la Sugar Tax, la tassa sullo zucchero contenuto nelle bibite per disincentivarne l’uso e combattere l’obesità nei bambini. Capiamo insieme di cosa si tratta e cosa comporterà.

Sugar Tax: una tassa per risolvere un problema che riguarda tutti noi

Siamo ciò che mangiamo, disse una volta il filosofo tedesco Feuerbach.

Vero, soprattutto quando le nostre abitudini alimentari si riflettono sulle nostre condizioni di salute e su quelle dei nostri bambini.

In Italia sono circa il 30% i bambini che soffrono di obesità e sovrappeso, collocando il Bel Paese al terzo posto in Europa dopo Grecia e Spagna per il tasso più alto.

Non va meglio agli adulti: il 45,1% è in sovrappeso, poco meno della metà.

È con questi dati in mano che 9 società scientifiche e oltre 300 medici, nutrizionisti e dietisti hanno scritto una lettera al Ministro della Salute chiedendo l’implementazione della cosiddetta Sugar Tax.

Cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta.

Sugar Tax: cos’è

La Sugar Tax, che per ora rimane solamente una proposta e quindi non ancora in vigore, applica una tassa maggiore a tutte le bevande che contengono un alto contenuto di zuccheri, disincentivandone,  così, l’uso e l’acquisto.

La richiesta arriva da medici, dietisti, nutrizionisti che, avvertendo un aumento dei problemi legati al peso, hanno deciso di porre la questione sul tema e ha trovato l’appoggio dei partiti al governo, M5S e Lega.

Inoltre, nel testo presentato, sono molti i cambiamenti proposti:

  • Vietare, nei luogi di ritrovo dei bambini, ogni forma, sia in forma diretta che indiretta di commercializzazione di alimenti ricchi di grassi saturi, zuccheri e sali;
  • L’inserimento di etichette che indicano il rischio di obesità dei prodotti, che sono molto più facilmente leggibili della lista di ingredienti già obbligatoria
  • Il divieto di utilizzare i personaggi dei cartoni animati o dei programmi riservati ai minori al fine di promuovere cibo poco sano.

Sugar Tax: quali sono le bibite incriminate?

Com’è facile immaginare, la Sugar Tax andrà a colpire una vasta selezione di bibite, alcoliche e non, come per esempio acqua tonica, cedrate, aperitivi analcolici, bevande energetiche e succhi di frutta.

L’importo della tassa applicata dipenderà dalla quantità di zucchero contenuta nella bibita, secondo dati parametri: vediamo insieme quali:

  • Euro 0,005 per ogni grammo di zucchero per le bibite che contengono una quantità di zucchero compresa tra i 5 e i 10 grammi per 100ml di bevanda.
  • Euro 0,01 per ogni grammo di zucchero per le bibite che contengono piu’ di 10 grammi di zucchero ogni 100ml di bevanda.

Facciamo un piccolo esempio pratico.

Se una bibita contenesse 27 grammi di zucchero per 100ml, l’importo della tassa applicata sarebbe di 1 centesimo per ogni grammo di zucchero, ovvero, appunto, 0,27 di euro.

La Sugar Tax, inoltre, colpirà tutti, comprese le Partite IVA in regime IRAP fino a 100’000€. Questo significa che non ci saranno agevolazioni fiscali di alcun tipo.

La legge, che ricordiamo non essere ancora entrata in vigore e neppure approvata, prevede come copertura principale la revisione delle spese fiscali. La modifica è ora al vaglio della Commissione Bilancio e ne si attendono i risultati, ma è importante capire il perchè di questa proposta.


Sugar Tax: perché applicare una tassa sullo zucchero?

Come spiegato ad inizio articolo, il primo problema che ci si trova ad affrontare al riguardo è l’allarmante numero di persone, soprattutto bambini, con problemi di sovrappeso e obesità legati a un’inadeguata alimentazione.

Il secondo, strettamente correlato, è quanto il problema incida sulle spese della sanità pubblica che deve affrontare e curare l’obesità, dalle malattie cardiovascolari al diabete mellino.

In Europa sono già diversi i Paesi che applicano la Sugar Tax, tra cui Danimarca, Regno Unito e Francia, mentre negli Stati Uniti vi è una campagna in atto per attuarla.

Insomma, con le tasse non si può mai stare tranquilli e ne esce sempre una ogni giorno. Non farti trovare impreparato, scarica l’app EasyTax Assistant: rimani costantemente aggiornato sulle scadenze e su tutte le novità in materia tributaria e gestisci la tua fiscalità in modo molto più semplice! Che aspetti a scaricarla, è gratis!