Skip links

Bollo auto 2019: novità e condono

Tutto quello che c’è da sapere sul bollo auto 2019: di cosa si tratta, come si calcola, quando scade e se ci sono novità introdotte. Scopriamolo insieme in questo articolo! E per tenere sott’occhio tutte le tue tasse e averne il pieno controllo, c’è EasyTax Assistant, sia per iOS che per Android!

Bollo auto 2019: cos’è

Il bollo auto è l’imposta annuale da versare per il possesso di un’autovettura. La scadenza del bollo auto viene fissata il mese che segue quello dell’immatricolazione dell’automobile. Fatta eccezione per le regioni Piemonte e Lombardia che hanno delle scadenze prefissate:

  • 31 maggio 2019 se il bollo che scade ad aprile;
  • 30 settembre 2019 se il bollo scade ad agosto;
  • il 20 gennaio 2020 se il bollo scade a dicembre.

Nonostante l’intenzione del governo di penalizzare i possessori di auto inquinanti, di fatto non è andato a verificarsi nessun aumento sul bollo auto. A parità di potenza infatti, il proprietario di un’auto meno inquinante andrà a pagare un bollo inferiore rispetto a chi possiede una macchina di classe ambientale inferiore a quella Euro 3. Inoltre, sono esentate dal pagamento del bollo le auto elettriche fino a 5 anni dopo la data di produzione e le auto ibride acquistate del 2019 per 3 o 5 anni.

Bollo auto 2019: come pagare

Il bollo auto può essere pagato presso gli uffici postali tramite l’apposito bollettino, presso rivendite ACI o sul sito aci.it. La somma da pagare dipende dalla potenza in kilowatt e dalla classe ambientale dell’automobile in questione, che sono riportate nel libretto di circolazione, rispettivamente sotto le voci P.2 e V.9.

Bollo auto 2019: novità

Le novità introdotte riguardano l’esenzione del bollo auto in due casi specifici.

Primo caso: Saranno esentati da questa imposta i soggetti che si avvalgono della legge 104 e hanno un veicolo intestato a loro. Potranno beneficiare dell’esenzione anche coloro che hanno a carico la persona disabile, nel caso in cui questa abbia un reddito annuo lordo che non superi i 2.840,51 euro.

Secondo caso: Esenzione del 50% del bollo auto per le autovetture d’epoca che posseggono una Certificazione di Rilevanza Storica riportata su Carta di circolazione. Al momento le auto in questione devono avere almeno 30 anni.

La riforma del bollo auto 2019 consente a tutti i proprietari di autovetture che hanno ricevuto la notifica di una cartella esattoriale per mancato pagamento del bollo auto, di avere l’opportunità di scegliere fra il condono e la rottamazione. Tramite la presentazione di una domanda di adesione rottamazione presso l’Agenzia delle Entrate sarà possibile eliminare le sanzioni dall’importo da pagare. Sarà inoltre possibile rateizzare l’importo in un massimo di 10 rate da versare in 5 anni con un tasso di interesse del 2%. Il condono è previsto per cartelle fino a 1.000 euro che sono state notificate tra il 2000 e il 2010.

Easy no?

Scarica EasyTax Assistant disponibile sia per iOS che per Android e risparmia per la macchina dei tuoi sogni!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis