Skip links

Bonus 600 euro INPS: chi può accedergli?

“Nessuno sarà lasciato solo”, ha dichiarato più volte il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e proprio per questo motivo è stato impostato il decreto Cura Italia in cui è presente un sostegno di indennità pari a 600 euro. Infatti, l’Inps ha aperto oggi il canale telematico per inviare le domande per richiedere il bonus 600 euro.

Il presidente dell’Inps ha sottolineato anche che non si tratta di un click day. “Non ci sarà alcun ordine cronologico e le domande potranno essere inviate anche nei giorni successivi al primo aprile – dice – collegandosi al sito e cliccando sul banner dedicato”. Possibile inviare domande anche per il bonus baby sitter e il congedo speciale Covid-19. “La procedura Cig è attiva dalla scorsa settimana – ha dichiarato Tridico – e la Cig in deroga appena le regioni concluderanno gli accordi regionali”.

Chi può accedere al bonus da 600 euro?

  • Professionisti con partita IVA e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
  • Lavoratori autonomi iscritti alla Gestione speciali dell’AGO;
  • Lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • Lavoratori agricoli operai a tempo determinato;
  • Lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo.

Quindi, una platea di oltre 5 milioni di persone (3,6 milioni di artigiani e commercianti, 340 mila partite Iva e co.co.co, 500 mila professionisti senza cassa, 660 mila lavoratori agricoli, 170 mila stagionali del turismo e 80 mila lavoratori dello spettacolo).

L’indennità, percepita per ora, per il solo mese di Marzo, sarà erogata, previa compilazione di apposita domanda, direttamente dall’INPS. Ricordiamo che il bonus non concorrerà alla formazione del reddito.

Pertanto, ricapitolando potranno usufruire del bonus, qualunque sia il fatturato prodotto, tutte le Partite IVA aperte ed attive prima del 23 febbraio ed iscritte alla Gestione Separata INPS, alla Gestione Artigiani INPS ed alla Gestione Commercianti INPS (con esclusione degli agenti di commercio).

Ulteriori delucidazioni sono arrivate per gli iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria:

  1. potranno chiederlo i lavoratori che nel corso dell’anno d’imposta 2018 hanno un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro e la cui attività è stata limitata per via dei provvedimenti restrittivi emanati in conseguenza dell’emergenza Covid-19.
  2. sarà valido per coloro che hanno percepito un reddito complessivo lordo compreso tra i 35.000 ed i 50.000 euro ed abbiano sospeso o ridotto la loro attività autonoma.

I contribuenti con reddito inferiore a 35.000 potranno presentare la domanda senza attestare alcuna riduzione dei compensi percepiti. I contribuenti con redditi compresi tra i 35.000 e 50.000 euro hanno diritto all’indennità soltanto nel caso in cui abbiano ridotto, sospeso o cessato l’attività.

Cessazione d’attività si intende la chiusura della partita iva nel periodo successivo al 23 febbraio. Per riduzione o sospensione deve intendersi una comprovata riduzione di almeno 1/3 del reddito del primo trimestre 2020 rispetto al primo trimestre 2019.

Non sarà possibile richiedere i bonus per tutti coloro che sono contemporaneamente in possesso di un reddito da lavoratore autonomo e dipendente o pensione.

Come fare la domanda?

La procedura è abbastanza semplice, ma per chi è meno esperto potrebbe risultare un po’ complicata, ma non preoccuparti ci abbiamo già pensato noi a semplificarti la vita.

Ti consigliamo di tenere a portata di mano il tuo Codice Fiscale e il tuo PIN per l’accesso al sito INPS, se non hai il pin dispositivo potrai richiederlo telefonicamente al seguente numero, in alternativa potrai accedere al sito INPS utilizzando il tuo SPID.

Insomma, la domanda per il bonus 600 euro all’Inps si può fare con i seguenti canali:

  • Pin rilasciato dall’Inps (sia ordinario sia dispositivo);
  • Spid di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (Cie);
  • Carta nazionale dei servizi (Cns).

In caso di difficoltà, è possibile accedere ai relativi servizi del portale Inps in modalità semplificata, per compilare e inviare la domanda online: basterà inserire la sola prima parte del Pin dell’Inps, ricevuto via Sms o e-mail subito dopo la relativa richiesta.

In alternativa al portale web i bonus 600 euro potranno possono essere richiesti tramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente), oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento).

Ecco la procedura:

ti basterà cliccare sul seguente link, selezionare la voce indennità Covid-19 e compilare il form.

Conclusione

Comunque, se ancora non lo sapessi noi di EasyTax abbiamo lanciato un’iniziativa per aiutare tutti i cittadini in questo momento storico particolarmente difficile: EasyTax Cura Italia. Come ormai noto a tutti, a causa del Covid-19 stiamo attraversando un momento di generale difficoltà, non solo per l’impatto diretto dato dai contagi ma anche per quello indiretto, primo su tutti l’impatto economico negativo, che rischia purtroppo di coinvolgere la maggior parte della popolazione.

Per questo motivo anche noi di EasyTax abbiamo pensato di dare il nostro contributo e lo faremo nel modo migliore che conosciamo: mettendo a disposizione dei cittadini italiani un servizio di “informativa e assistenza”, per l’accesso e la gestione di tutte le iniziative straordinarie presenti all’interno del decreto Cura-Italia. Si tratta di un servizio che inseriremo nella versione premium di EasyTax ma che offriremo gratuitamente a chiunque lo richieda!

Per accedere a questa iniziativa, è sufficiente compilare il form che troverai in questo link: riceverete via e-mail tutte le istruzioni necessarie per usufruire dei nostri servizi.

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis