Skip links

Bonus Acqua 2019: requisiti e tutte le novità

Sono molte le cose che oggi diamo perscontate. I beni primari come acqua e luce, ai quali non possiamo rinunciare, arrivano nelle nostre case purtroppo ad un prezzo non alla portata di tutti, rendendoli anzichè perscontati, un lusso. A volte basterebbe soltanto aggiornarsi sulle novità che ogni anno porta con se per abbassare il costo della vita senza preoccuparsi eccessivamente dei consumi. E se ti dicessi che in questo 2019 puoi avere diritto al Bonus Acqua 2019 ? Un’agevolazione che ti permette di rendere più leggera la bolletta dell’acqua!

Infatti, secondo le stime dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, una famiglia ha speso in media 430 euro all’anno per l’acqua. Un valore di per sè già alto che addirittura aumenta in alcuni Comuni come Grosseto, Siena e Pisa, dove la spesa media annuale ha superato i 700 euro.

In questo articolo ti spiegherò cos’è il Bonus Acqua 2019 e quali sono i requisiti necessari per potervi accedere.

Comunemente chiamato Bonus Acqua, il bonus sociale idrico, consiste in una fornitura gratuita d’acqua pari a 18,25 metri cubi di acqua all’anno che corrisponde circa a 50 litri al giorno per ogni componente della famiglia. Questa è una stima calcolata dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, il cui acronimo è Arera. Infatti per conoscere la quantità erogata dal tuo gestore alla quale avresti diritto dovrai consultare il loro portale.

Chi ha diritto al Bonus Acqua 2019

Come per ogni agevolazione, anche per il Bonus sociale idrico (Bonus Acqua), occorre avere delle caratteristiche per potervi accedere. I beneficiari possono essere sia gli utenti diretti che indiretti, i quali entrambi devono rispettare le seguenti condizioni:

  • ISEE non superiore a 8.107,5 euro
  • ISEE non superiore a 20.000 euro (solo per famiglie con 4 o più figli a carico)

Ora ti starai chiedendo chi sono gli utenti diretti e quali quelli indiretti, non preoccuparti che adesso facciamo chiarezza. 

L’utente diretto è chiamato così perché la fornitura è intestata direttamente a lui, cioè ad uso domestico residente dove il bonus viene scalato dalla bolletta.

Mentre l’utente indiretto  è chi, come molti, ha una fornitura intestata ad un’utenza condominiale utilizzando (ovviamente) il bene nella propria abitazione di residenza. Se rientri in una delle due casistiche, ovvero di ISEE non superiore a 8.107,5 euro o ISEE non superiore a 20.000 euro (solo per famiglie con 4 o più figli a carico), riceverai direttamente sul tuo conto corrente un accredito, altrimenti attraverso un’altra modalità di accredito se segnalata a monte e sempre se tracciabile e verificabile.

Come richiedere il Bonus Acqua 2019

Per ricevere il Bonus sociale idrico, bisogna compilare l’apposito modulo reperibile sui siti di Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), Anci,Enti di Governo o direttamente sul sito del tuo gestore.

Alla domanda da compilare andranno allegati:

  •  Documento di identità
  • Delega (nel caso la fornitura non sia direttamente intestata)
  • Attestazione ISEE in corso di validità
  • Documentazione dei componenti del nucleo familiare (compresi nello stato di famiglia, sezione del modulo Isee, indicando nome-cognome e codice fiscale)
  • Dichiarazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (nel caso di ISEE non superiore a 20.000 euro con 4 e più figli a carico)
  • Una bolletta del tuo gestore  per identificare il codice della fornitura e il nominativo del gestore idrico

La richiesta per ricevere il Bonus sociale idrico può essere effettuata in tre modi:

  • Al CAAF
  • Presso il tuo Comune di residenza
  • Tramite intermediari abilitati.

Questo è tutto ciò che devi sapere per richiedere il Bonus Acqua 2019. Nel caso volessi maggiori informazioni ti invito a visitare il sito di Arera. E’ tuttavia importante sapere che il Bonus Acqua siccome dipende dall’ISEE che ha una validità annua, occorre che di in anno in anno venga rinnovato presentando l’ISEE dell’anno in corso di validità, domanda che puoi presentare un mese prima dalla scadenza del Bonus.

Se vuoi restare aggiornato sulle novità della legge di bilancio, conoscere a tempo debito le scadenze da rispettare e avere un aiuto ogni mese per “quadrare” i conti scoprendo in tempo reale il tuo possibile risparmio fiscale, scarica EasyTax Assistant, l’App gratuita sugli store iOS  e Android che ti aiuta a capire, gestire e risparmiare!

 

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis