Skip links

Bonus Bebè 2020: cos’è e quali sono le novità?

L’arrivo di una nuova componente al proprio nucleo familiare, soprattutto quando si tratta del primo figlio, porta ad un carico emotivo e di responsabilità non indifferente! Proprio per questo motivo, già da qualche anno, esiste il Bonus Bebè, a supporto di tutte le famiglie che dopo diversi mesi di “dolce attesa” finalmente riescono ad abbracciare il nuovo arrivato (o la nuova arrivata).

In questo articolo rivediamo insieme brevemente cos’è il Bonus Bebè e il dettaglio di quelle che sono le novità per il 2020.

Prima di leggere, però, se stai cercando un modo per dedicare più tempo alla tua famiglia e meno a gestire le tue tasse, scarica EasyTax Assistant (sia per iOS che per Android) e comincia subito!

Bonus Bebè: di cosa si tratta?

Il Bonus Bebè è l’agevolazione per cui l’INPS mette a disposizione delle famiglie un contributo economico mensile a supporto delle spese da sostenere per la crescita di un figlio.

Attualmente a seconda del reddito ISEE della famiglia richiedente il Bonus prevede – per ogni nuovo nato, adottato o affidato – un assegno mensile di:

  • 80€ per chi ha un reddito compreso tra i 7000 € fino a 25.000 €;
  • 160€ per redditi fino a 7000 €.  

La durata di questa agevolazione è di 1 anno e prevede un aumento di importo del +20% dal secondo figlio (successivo l primo).

Cosa succederà nel 2020?

Con la fine dell’anno sempre più vicina, uno degli argomenti più trattati nell’ultimo periodo è, senza ombra di dubbio, la Legge di Bilancio 2020 e quelle che sono novità previste con l’arrivo dell’anno nuovo.

In particolare per quanto riguarda le agevolazioni e incentivi riservati alle famiglie, parrebbe sempre più confermata la proroga di questa agevolazione anche per l’anno a venire con tutta una serie di modifiche e novità!

Il Bonus Bebè 2020 infatti prevedrebbe una sorta di assegno universale natalità con l’estensione dell’agevolazione a tutte le famiglie a prescindere del reddito ISEE, valido per tutti i figli nuovi nati, adottati o in affido da gennaio 2020!

Le soglie di reddito ISEE serviranno solamente per fissare la fascia di importo spettante alla famiglia, ossia una delle seguenti:

  • 80 € per chi possiede redditi più alti (maggiori di 40.000 € annui)
  • 120 € per redditi medi (tra i 7.001 € e i 40.000 € annui)
  • 160 € per redditi bassi (minori o uguali 7.000 € annui)

con l’aumento del 20% – della soglia relativa – previsto in caso di secondo figlio portando così le tre soglie rispettivamente a 96 €, 144 €, 192 € al mese.

N.B.: è opportuno ricordare che gli importi indicati devono ancora essere discussi in Parlamento, per cui potrebbero subire variazioni!

Bonus Bebè 2020: farà parte del nuovo pacchetto famiglia!

Come già detto pare sempre più confermata la presenza del Bonus Bebè all’interno della Legge di Bilancio 2020, infatti l’attuale Governo provvederà ad inserirlo nel nuovo pacchetto famiglia.

Con pacchetto famiglia si fa riferimento a tutte le misure e agevolazioni a sostegno delle famiglie. In particolare si considerano:  

  • Proroga bonus asilo nido 2020: si parlerebbe di un aumento previsto da 1500 € fino a 3000 € per chi possiede redditi medio-bassi!
  • Carta bimbi da 400 €: si tratta di una carta servizi per l’acquisto di servizi anche per la baby sitter.
  • Congedo paternità 2020: è molto probabile l’estensione fino a 7 giorni!
  • Proroga bonus mamma domani 2020: premio alla nascita per le neo-mamme (che confluirebbe direttamente nell’assegno unico).
  • Bonus Bebè 2020

Bonus Bebè: quali sono i requisiti?

Possono accedere al Bonus Bebè le madri, i genitori adottivi o in affido:

  • di origine italiana, europea o extracomunitaria (in possesso di regolare permesso di soggiorno)
  • con figli nati o adottati residenti in Italia
  • che abbiamo presentato la domanda entro 90 giorni dalla data di nascita del figlio o dall’entrata in famiglia del bambino in affido o adottato.

Come richiederlo?

Per tutte le città e regioni italiane la domanda deve essere presentata al Comune tramite CAF. La richiesta per questa agevolazione può essere fatta per via telematica dai residenti in generale di tutte le regioni italiane. Come? Basta semplicemente compilare il modulo di domanda e trasmetterlo online in no dei tre seguenti modi:

  • tramite il sito web dell’INPS se possessori di PIN dispositivo INPS
  • rivolgendosi al Patronato
  • oppure chiamando il numero del contact center indicato da INPS.

Speriamo che questo articolo ti sia piaciuto e sia stato utile! Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità del mondo fiscale e vuoi cominciare a gestire meglio le tue tasse scarica EasyTax Assistant (sia per iOS che per Android)!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis