Skip links

Bonus Tende 2019: cos’è e chi ne ha diritto

Si sa, la fiscalità italiana è tra le più complesse al mondo.

Ci si può perdere tra bonus, agevolazioni, tasse, imposte e termini fiscali vari, eppure, quando si riesce a comprendere e soprattutto a sapere, diviene tutto più semplice!

Lo sapevi, per esempio, che il Governo ha implementato una serie di misure agevolative volte alla casa?

Pensa al Bonus Ristutturazione, il Bonus Mobili ed elettrodomestici, il Bonus Verde o l’Eco Bonus

Son tutte agevolazioni a cui spesso gli italiani non sanno di averne diritto.

Così vale anche per il bonus tende 2019, che andremo ad affrontare in questo articolo!

Vediamolo insieme!

Bonus Tende 2019: cos’è

Il Bonus tende 2019 prevede un’agevolazione fiscale pari al 50% di detrazione IRPEF sia in caso di tende per interni che per esterni.

Questo perchè la tende sono viste come una protezione solare della casa e quindi il Governo ne agevola l’acquisto in quanto lo fa rientrare nell’ Ecobonus 2019.

Ma quali sono i requisiti da rispettare e quali tipi di tende è possibile detrarre?

Bonus Tende 2019: schermatura solare e tipi di tende

La Legge di Bilancio, nella sezione dedicata al bonus tende 2019 parla di tende come schermatura solare.

Ma cos’è una schermatura solare?

E’ molto semplice.

La schermatura solare è un sistema di protezione della luce del sole e del calore che permette una reazione controllata dell’energia e della luce alle sollecitazioni solari.

Ne sono quindi un esempio le tende da sole e da interni le tende a rullo e per serre, ma anche zanzariere, persiane, tapparelle, veneziane, frangisole, e pergole con tende in tessuto o con lamelle orientabili.

Bonaus tende 2019: requisiti

Il Bonus tende 2019 però, descrive una serie di requisiti da rispettare al fine di ottenere l’agevolazione prevista:

  • La schermatura solare deve essere montata come protezione di una superficie vetrata, per esempio una finestra
  • La schermatura deve essere applicata all’esterno della finestra, al suo interno o integrata alla stessa
  • Essere mobile, così da poter essere aperta o chiusa in base alle esigenze
  • La schermatura solare dovrà inoltre essere dotata di apposita documentazione che ne certifichi la capacità di schermatura, apportando così la dicitura Gtot che dovrà essere compresa tra 0 e 4.

Sul sito dell’Enea sono pubblicati i requisiti tecnici specifici che devono possedere le schermature solari per essere ammesse al beneficio. In particolare:

  •  devono possedere, se prevista, una marcatura CE
  • devono rispettare le leggi e normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica.

La detrazione spetta anche per le spese sostenute per le opere murarie eventualmente necessarie per la posa in opera e per le prestazioni professionali.

Maggiore sarà il valore Gtot, maggiore sarà la capacità della schermatura di proteggere dai raggi solari.

Bonus tende 2019: come funziona?

Fin qui è tutto semplice, ma come fare per ottenere il bonus tende 2019?

Innanzitutto, l’agevolazione è prevista per i contribuenti che decideranno di acquistare nuove tende ( con i parametri riportati sopra) nel 2019 e sarà quindi possibile detrarne l’importo nella dichiarazione dei redditi tramite modello 730 o modello dei redditi.

Rientrano nel bonus tende anche le spese di installazione delle schermature solari.

E qui arriva la parte a cui devi prestare attenzione.

Una volta conclusi gli interventi, dovrai comunicare per via telematica la scheda descrittiva dell’intervento al sito web ENEA, l’ente che promuove il risparmio energetico del territorio. Avrai 90 giorni di tempo dalla fine dei lavori per inviare la comunicazione.

Se non sai cos’è Enea, questo articolo può schiarirti le idee:

Enea: cos’è e come influenza i nostri risparmi

Bonus tende 2019: pagamenti e detrazione

Affinchè tu possa usufruire dell’agevolazione prevista nel bonus tende, il pagamento di tende ed interventi di installazione dovrà essere effettuato tramite bonifico, bonifico parlante o postale online che apportino i seguenti dati:

  • Causale di legge
  • Codice fiscale
  • Numero di fattura
  • Data di fattura

Nel caso tu avessi tutti i requisiti citati ma avessi già effettuato i lavori ho una bella notizia per te!

Il bonus tende infatti, non nasce nel 2019.

Ciò significa che esisteva anche negli anni precedenti e, nel caso tu abbia effettuato questo tipo di lavori e ne possiedi la documentazione, potrai beneficiare di un’agevolazione pari al 65% di detrazione IRPEF.

In particolare la Legge di Bilancio 2019 cita:

Le spese sostenute tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2019 è riconosciuta una detrazione, nella misura massima di 60.000 euro, per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari elencate nell’allegato M del decreto legislativo n. 311/2006.

La detrazione è pari:

  • al 65%, per le spese effettuate dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017
  • al 50%, per le spese effettuate negli anni 2018 e 2019.

La detrazione spetta anche per le spese sostenute per le opere murarie eventualmente necessarie per la posa in opera e per le prestazioni professionali.

L’importo detraibile verrà poi ripartito in 10 quote uguali. Il contribuente avente diritto al Bonus Tende, potrà sottrarre una quota ogni anno nella propria dichiarazione dei redditi, ma non tutto l’importo.

Bonus tende 2019: a chi spetta?

Innanzitutto è giusto sottolineare come il bonus tende sia fruibile sia da persone fisiche assoggettate all’IRPEF, sia da aziende o persone giuridiche assoeggettate IRES.

Nel caso sia una persona fisica assoggettata all’ IRPEF, il richiedente potrà essere:

  • Proprietario dell’immobile
  • Nudo proprietario
  • Chi gode di un diritto reale di godimento come l’usufrutto
  • L’inquilino in affitto
  • Chi detiene l’immobile in comodato
  • I condomini, per gli interventi sulle parti comuni
  • Nuovo titolare in caso di cessione dell’immobile

In caso invece si tratti di soggetti giuridici assoggettate IRES:

  • Imprese
  • Chi usa l’immobile per l’esercizio professionale
  • Associazioni tra professionisti
  • Enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale che versano l’IRES
  • Istituti autonomi per le case popolari e gli enti con le stesse finalità

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni fiscali e risparmiare così sulle tasse? Scarica EasyTax Assistant, la prima app di semplificazione fiscale che ti aiuta a capire, gestire e risparmiare!

Scaricala GRATIS da iOS e Android!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis