Skip links

DSU ISEE 2020: cos’è e cosa cambia

Focus sulle ultime novità introdotte dal 1° gennaio 2020, a cosa serve, dove si presenta, moduli e istruzioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è “la dichiarazione necessaria per calcolare l’ISEE ai fini dell’accesso alle prestazioni sociali agevolate” (ad es. retta agevolata per l’asilo nido, mensa scolastica, sussidi assistenziali, diritto allo studio universitari, prestazioni socio-sanitarie) ovvero di tutte le prestazioni o servizi sociali o assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo familiare.

Per l’ISEE 2020 ci sono alcune novità:

  • la Dichiarazione Sostitutiva Unica presentata nell’anno 2020 produrrà un ISEE valido fino al 31 dicembre 2020 e così sarà anche per gli anni successivi,
  • è possibile utilizzare una DSU precompilata disponibile online e pronta all’uso; in via sperimentale è disponibile per i nuclei familiari che nel triennio 2016-2018 hanno presentato una DSU all’INPS, in via telematica, direttamente a cura del richiedente.

E se oltre a informarti sulla Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) vuoi cominciare a risparmiare da subito sulle tasse che paghi, scarica subito EasyTax Assistant! È gratis!!

Adesso andiamo a vedere insieme cosa cambia con le nuove DSU iniziando a spiegare cos’è la DSU ai fini ISEE, come funziona e a cosa serve nel 2020.

banner di easytax assistant per risparmiare sulle tasse
Smetti di pagare più tasse del dovuto con EasyTax Assistant.

DSU ISEE 2020: cos’è

La DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica, è una dichiarazione che contiene le informazioni di carattere anagrafico, patrimoniale e reddituale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare che richiede prestazioni sociali agevolate.

Il dichiarante accede alla DSU precompilata attraverso un sistema di autenticazione volto ad identificarlo con le funzionalità rese disponibili all’interno dell’area autenticata INPS. Può utilizzare le credenziali dispositive rilasciate dall’INPS oppure quelle rilasciate dall’Agenzia delle Entrate oppure tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di livello 2 o superiore.

L’accesso alla DSU precompilata può avvenire anche per il tramite di un CAF delegato sempre in modalità telematica.

Per le DSU presentate nell’arco di quest’anno si considereranno i dati relativi al 2018, sia per quanto riguarda i redditi che per quanto riguarda i patrimoni.

La DSU ha un carattere modulare. Non è uguale in tutte le situazioni, ma è strutturata su più moduli che ospitano diversi quadri da compilare o meno in base alle informazioni che di volta in volta occorre fornire ed alle prestazioni che il cittadino vuole richiedere.

Una volta compilata la DSU 2020 può essere presentata ai seguenti soggetti:

  • all’ente che fornisce la prestazione sociale agevolata,
  • al Comune,
  • al Centro di Assistenza Fiscale (CAF),
  • alla sede INPS competente per territorio,
  • in via telematica collegandosi al sito

Modelli di DSU ISEE 2020

Vi sono tre tipologie di Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU):

  • DSU mini
  • DSU integrale
  • DSU corrente

1. DSU mini

Il modello “mini” è costituito dalla prima parte del Modello Base e dalla prima parte del Foglio componente, vengono fornite le principali informazioni sulla situazione anagrafica, reddituale e patrimoniale del nucleo e consente di ottenere l’ISEE standard o ordinario e richiedere la generalità delle prestazioni sociali agevolate.

2. DSU integrale

Il modello “integrale” in versione estesa è da utilizzare nelle seguenti situazioni:

  • richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario,
  • presenza nel nucleo familiare di persone con disabilità e/o non autosufficienti,
  • presenza nel nucleo di figli i cui genitori non siano coniugati tra loro, né conviventi,
  • esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi e assenza della Certificazione unica o sospensione degli adempimenti tributari.

3. DSU corrente

Il modello “corrente” consiste in un ISEE aggiornato ai redditi e trattamenti degli ultimi 12 mesi quando si siano verificate rilevanti variazioni del reddito o perdita del posto di lavoro o l’interruzione dei trattamenti.

L’ISEE: moduli

Il contribuente, quindi, si trova a compilare una serie di ISEE specifici in modo che le informazioni raccolte consentano di calcolare l’ISEE che meglio rappresentano le particolarità di tali prestazioni e le caratteristiche del nucleo. Ecco alcuni esempi:

L’ISEE Università, ad esempio, è utilizzato per l’accesso alle prestazioni per il diritto allo studio universitario. Va identificato, ai sensi della disciplina vigente, il nucleo familiare di riferimento dello studente, indipendentemente dalla sua residenza anagrafica

La compilazione dell’ISEE Sociosanitario, per l’accesso alle prestazioni sociosanitarie permette di scegliere un nucleo più ristretto rispetto a quello ordinario (solo in caso di persone con disabilità maggiorenni).

Per l’ISEE Minorenni, per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi. Bisogna prender in considerazione la condizione del genitore non coniugato e non convivente per stabilire se essa incida o meno nell’ISEE del nucleo familiare del minorenne.

È importante sottolineare che la Dichiarazione Sostitutiva Unica contiene solo informazioni autodichiarate, per il calcolo dell’ISEE è necessaria l’acquisizione dei dati da parte dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate.

Spero che ora sia tutto più chiaro! Per restare sempre aggiornato sulle novità dal mondo fiscale, scarica EasyTax Assistant, l’App gratuita sugli store iOS e Android che ti aiuta a capire, gestire e risparmiare!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis