Skip links

Navigator per il Reddito di Cittadinanza: chi è e cosa fa

Tra le innumerevoli innovazioni introdotte dell’attuale Governo, sicuramente la più discussa degli ultimi giorni e non ancora ben definita è la figura del Navigator.

Oggetto di ironia e disinformazione, il ruolo di questo “tutor” per i richiedenti del Reddito di Cittadinanza non è ancor ben chiaro a tutti.

Per questo motivo, cerchiamo di fare chiarezza e vediamo più nel dettaglio chi è il Navigator per il Reddito di Cittadinanza

Navigator per il Reddito di Cittadinanza: chi è

Il Navigator è una nuova figura professionale nata contestualmente al Reddito di Cittadinanza che accompagnerà e assisterà i richiedenti del RdC fino al loro inserimento nel mondo del lavoro.

Come abbiamo spiegato in precedenti articoli come ne “Il Reddito di Cittadinanza: requisiti, limiti ISEE, richiesta e moduli” o “Reddito di Cittadinanza: come funziona” la nuova manovra aiuterà i disoccuppati con determinate caratteristiche a rientrare nel mondo del lavoro, concedendo un supporto economico mensile e un massimo di 3 proposte di lavoro con lo scopo di reinserire i cittadini.

Il Navigator sarà proprio la figura specializzata che avrà il compito di riportare sul mercato del lavoro 6-7 milioni di persone inattive e ricollocare chi non ha competenze facilmente spendibili.

Inizialmente, le assunzioni volte alla figura del Navigator Reddito di Cittadinanza saranno circa 6000 ma ne sono previsti 10.000 a regime, scelti attraverso una selezione pubblica fatta da ANPAL Navigator.

Per chi non lo sapesse l’ANPAL è l’acronimo che sta per Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro e potrete scoprire di più sul loro sito ufficiale ANPAL.

Queste figure avranno competenze interdisciplinari: esperti di diritto, psicologia, economia, sociologia e organizzative per far fronte alle ulteriori difficoltà di ricollocazione e problematiche dei beneficiari del reddito.

Navigator per il Reddito di Cittadinanza: che cosa fanno

I compiti del Navigator, di base, saranno simili a quelli che già svolgono gli operatori di centro per l’impiego e agenzie per il lavoro.

Quindi cosa cambia?

La differenza sta nel fatto che avranno ulteriori mansioni legate nello specifico al RdC e, date le difficoltà dei beneficiari, dovranno avere competenze elevate e specifiche.

Più nel dettaglio, i Navigator avranno un duplice compito:

 

  1. Il primo è quello di “bussare alla porta” dei beneficiari del RdC 2019 e assisterli in un percorso di formazione, orientamento e ricerca del lavoro, utilizzando le nuove tecnologie digitali messe a disposizione dal Ministero.
  2. Il secondo compito, invece, è legato al controllo dell’operato del beneficiario RdC, in pratica controllando che chi ottiene i soldi del RdC, stia svolgendo veramente il suo dovere. Il Navigator potrà a sua discrezione mandare anche un controllo per verificare l’operato del beneficiario, evitando così che la gente si approfitti di questo reddito.

 

Navigator per il Reddito di Cittadinanza: opportunità di lavoro e requisiti

Oltre all’aiuto per i beneficiari del RdC, questa nuova figura rappresenta anche un’interessante opportunità di lavoro.

Viste le 10.000 posizioni previste, vediamo come funzionano le candidature e i requisiti per diventare Navigator.

La selezione, come specificato sul sito ANPAL, è aperta esclusivamente ai laureati in:  

  • Economia
  • Giurisprudenza
  • Sociologia
  • Scienze Politiche
  • Psicologia
  • Scienze della Formazione

I candidati per la posizione di Navigator dovranno poi affrontare un esame orale e dimostrare le proprie conoscenze e abilità in merito a:

  • Normative sul lavoro e disoccupazione
  • Valutazione delle competenze professionali di chi sigla il Patto di Lavoro
  • Dinamiche del mercato del lavoro territoriale

 

Navigator per il RdC: processo di candidatura e contratti

Il bando sarà pubblicato sul ANPAL Navigator e la procedura per l’assunzione sarà snella e veloce, dove i candidati verranno selezioni in base al titolo e ad un colloquio.

Inizialmente, le persone saranno assunte con contratto biennale poi sicuramente verrà stabilizzato e dovranno sostenere un periodo di formazione sul campo di 6/8 mesi.

Nonostante sul sito ANPAL non sia ancora stato ufficializzato l’inizio del bando, sicuramente sarà a breve, in quanto i vincitori del bando entreranno tra maggio e giugno 2019.

Per quanto riguarda la retribuzione, questa sarà di circa di 30.000 lordi + eventuali incentivi e bonus legati al numero di persone seguite.

Come calcolarli?

Grazie ad EasyTax Assistant, la prima app italiana che permette di gestire la tua fiscalità risparmiando sulla tasse!

Scaricala GRATIS dagli store iOS e Android

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis