Skip links

Pensione di Cittadinanza: requisiti e modulo di richiesta Inps

E’ stata finalmente ufficializzata nella Gazzetta Ufficiale il tanto discusso Reddito di Cittadinanza e la Pensione di Cittadinanza.

Partendo da ciò si può iniziare quindi a parlarne meglio, illustrandone i dettagli, i requisiti richiesti e la modulistica necessaria da richiedere all’INPS.

La Pensione di Cittadinanza, detta anche PdC è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale ieri 28 gennaio 2019, ed è pronto per essere trasformato in Legge in sede del Senato della Repubblica, come da iter.

Ma vediamo insieme cosa sia la Pensione di Cittadinanza, quali sono i requisiti per accedervi e come compilare la modulistica Inps.

Pensione di Cittadinanza: cosa è e perchè è stata introdotta

Con Pensione di Cittadinanza intendiamo un aiuto e un supporto economico da parte dello Stato verso i pensionati italiani che ne rispettino determinati requisiti.

Il motivo per cui si è ritenuta necessaria questa manovra sta negli allarmanti numeri di povertà negli anziani, che faticano ad arrivare a fine mese o che non riescono, con la sola pensione, a vivere una vita dignitosa.

Però c’è un però.

Ovviamente vi sono dei limiti e dei criteri da rispettare.

Vediamoli insieme!

Pensione di Cittadinanza: i requisiti

I requisiti richiesti per aver diritto alla Pensione di Cittadinanza sono diversi e sono disponibili, in linea generale per gli over 67, ovvero coloro che hanno almeno 67 anni.

I limiti coinvolgono diversi fattori, tra cui:

  • Cittadinanza: il Rdc sarà disponibile per coloro che hanno la Cittadinanza Italiana o di Paesi dell’Unione Europea
  • Isee: in caso il cittadino over 67 abbia una casa di proprietà il limite di reddito Isee, è pari a 7.560 euro, mentre sale a 9360 euro se si è in affitto e non proprietari di alcuna casa.
  • Patrimonio Immobiliare: anche il patrimonio immobiliare rappresenta un limite per i richiedenti della Pensione di Cittadinanza  ed in particolare deve essere pari o inferiore a 30.000 euro se diverso dalla prima casa di abitazione.
  • Patrimonio Finanziario: il patrimonio finanziario per le famiglie dovrà essere inferiore ai 6.000 mentre sale a 20.000 euro il limite per le famiglie disabili. (Ti consigliamo in questo caso di informarti se hai diritti alle agevolazioni Care Givers e Bonus Disabili)
  • Beni Durevoli:  I richiedenti della PdC, compreso il nucleo familiare non dovranno aver immatricolato alcuna auto sopra i 1600 cc di cilindrata o motociclo superiore ai 250 cc. Fanno ovviamente eccezione i mezzi acquistati con l’agevolazione per la disabilità, che puoi approfondire nel nostro articolo: Caregivers e Bonus Disabili, tutto quello che c’è da sapere

Pensione di Cittadinanza: modulo domanda Inps

Rispettati tutti i criteri esposti nel paragrafo precedente ci si potrà quindi preparare a compilare il modulo di richiesta INPS.

Ma dove e come farlo?

Cerchiamo di capire bene come muoverci.

Innanzitutto, la prima cosa da fare sarà fare domanda all’INPS.

Recati in un ufficio INPS e richiedi il modulo apposito per la richiesta della Pensione di Cittadinanza.

La domanda per la Pensione di Cittadinanza, dovrà essere presentata a partire dal 5 di ogni mese a partire da Febbraio e si potrà inoltrare tramite Inps, centri di assistenza fiscale autorizzati, Poste Italine e Caf.

Inoltre, oltre al modulo di richiesta, sarà necessario richiedere e compilare anche il modulo Comunicazione dei Redditi, basandosi sulle informazioni dichiarate nell’ISEE 2019.

Una volta presentata la documentazione e seguito l’iter burocratico richiesto, i dati verranno trasferiti all’Inps entro 10 giorni lavorativi dalla richiesta e verificherà i seguenti istituti:

  • Anagrafe Tributaria
  • Pubblico Registro Automobilistico
  • Altre Amministrazioni.

Questo col fine di evitare false dichiarazioni e concedere la Pensione di Cittadinanza anche a coloro che non ne rispettano i requisiti di accesso e non hanno quindi diritto.

Pensione di Cittadinanza: Quanto mi spetta?

Ovviamente gli importi possono variare, anche in base al numero dei componenti del nucleo famigliare.

Infatti, la Pensione di Cittadinanza sarà disponibile, come già detto, agli over 67, e in caso di più persone del nucleo familiare è importanti che tutti i membri abbiano almeno 67 anni, previa recesso del diritto della Pensione di Cittadinanza.

Se a richiedere la Pensione di Cittadinanza è un over 67 che vive da solo, rispettati i precedenti criteri elencati avrà diritto a 630 euro di PdC più 150 euro di contributo d’affitto, per un totale pari a 780 euro.

Se invece i componenti over 67 sono 2, la Pensione di Cittadinanza ammonterà a 882 euro più 150 euro di contributo d’affitto, per una cifra pari a euro 1032.

Pensione di Cittadinanza: come ricevo i miei soldi?

Ci sei, rispetti i requisiti per la Pensione di Cittadinanza e hai inoltrato correttamente la domanda presentando i documenti richiesti.

E adesso?

A partire dal 27 aprile 2019, giorno in cui partirà effettivamente l’erogazione della PdC, ti verrà fornita una carta chiamata Carta PdC 2019.

Tramite questa Carta ti verrà addebitata la tua Pensione di Cittadinanza che funzionerà in questo modo:

  • Limite massimo di prelievo in contanti è di 100 euro per chi vive da solo e 210 euro per le famiglie con più membri.
  • Il contributo verrà addebitato il giorno 5 di ogni mese
  • è vietato l’utilizzo della PdC per giochi che prevedono vincite in denaro o simili. In caso si usasse la PdC per questo scopo, il contributo verrà revocato e non potrà essere richiesto di nuovo.
  • Ai beneficiari della PdC spetta il bonus gas e luce.

Se hai ulteriori dubbi, scrivici nei commenti! I nostri esperti sono sempre pronti a rispondere alle tue domande!

Se invece vorresti massimizzare il tuo risparmio fiscale e scoprire tutte le agevolazioni a cui hai diritto, scarica EasyTax Assistant, la prima app italiana di gestione fiscale che ti aiuta a risparmiare!

Provala subito: scaricala dagli store iOS e Android!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis