Skip links

Reddito di Cittadinanza ISEE Corrente: cos’è e chi riguarda

Il Reddito di Cittadinanza è stato un tema caldo del Governo del Cambiamento e ancora oggi, a mesi dalla sua attuazione, ne sentiamo parlare quasi ogni giorno. In particolare, qualche giorno fa è stato annunciato che il RdC verrà esteso anche a chi ha appena perso il lavoro.

Ma cosa cambia rispetto a prima? Chi lo potrà richiedere? Andiamo a scoprirlo insieme in questo articolo.

Prima di tutto, però, ti invito a scaricare EasyTax Assistant dagli store iOS e Android ! L’app che ti permetterà di risparmiare sulle tasse che paghi e ti terrà sempre al corrente in materia fiscale.

 

Reddito di Cittadinanza ISEE Corrente: cos’è

Il Reddito di Cittadinanza ISEE Corrente è la nuova disposizione che prevede l’estensione del RdC ai neo disoccupati. Questa nuova norma sarà inserita con la prossima Legge di Bilancio 2020 e darà la possibilità di accedere al Reddito di Cittadinanza con l’ISEE corrente e non con l’ISEE relativo all’anno precedente.

 

Reddito di Cittadinanza ISEE Corrente: cosa cambia

Oggi, per fare domanda per il Reddito di Cittadinanza, si deve presentare l’ISEE 2019 relativo ai redditi 2017, il patrimonio mobiliare e immobiliare posseduto al 31 dicembre 2018. Questo cosa significa?

In poche parole, questo impedisce a coloro che perdono il lavoro 2019 di rientrare nei requisiti del RdC visto che hanno percepito un reddito maggiore della soglia prevista dalla legge (9360 euro) nei mesi precedenti.

Con la Legge di Bilancio 2020, invece, si potrà presentare la domanda Reddito di Cittadinanza anche se si ha appena perso il lavoro. Sarà possibile accedere al sussidio richiedendo l’ISEE Corrente, che rappresenta la situazione reddituale e patrimoniale attuale.

 

Reddito di Cittadinanza ISEE Corrente: a chi spetta

Abbiamo detto che il Reddito di Cittadinanza ISEE Corrente prevedrà l’estensione della misura a coloro che hanno appena perso il lavoro.

Il Presidente Tridico ha confermato che potranno accedervi:

  • Disoccupati in particolari condizioni
  • Percettori di sussidio di disoccupazione
  • Disoccupato da oltre 18 mesi

In questo modo anche chi perde il lavoro può presentare la domanda senza dover aspettare un anno o più.

La platea interessata comprende i disoccupati di lunga data, quelli vicini alla fine del periodo in cui hanno diritto a ricevere l’indennità Naspi e che ricevono un importo tale da non farli rientrare nelle soglie previste.

 

Reddito di Cittadinanza ISEE corrente: come richiedere l’ISEE corrente

Posso richiedere l’ISEE Corrente solo le famiglie in cui almeno un componente si trovi nelle seguenti condizioni:

  • cessazione del rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, anche nell’ultimo bimestre;
  • sospensione dell’attività lavorativa dipendente a tempo indeterminato, anche negli ultimi 2 mesi;
  • riduzione dell’orario di lavoro, se dipendente a tempo indeterminato, anche negli ultimi 2 mesi;
  • perdita di un’occupazione a tempo determinato o di un lavoro flessibile, purché sia in grado di dimostrare di essere stato occupato per un minimo di 120 giorni nei 12 mesi precedenti al termine dell’ultimo rapporto di lavoro;
  • conclusione di attività di lavoro autonomo, se svolta in maniera continuativa per un minimo di 12 mesi.

L’ISEE Corrente viene rilasciato se il reddito complessivo del nucleo familiare si discosta di almeno del 25% rispetto a quello risultante dalla prima dichiarazione.

Se questo articolo ti è stato utile se vuoi cominciare a risparmiare subito sulle tasse che paghi, scarica gratis EasyTax Assistant! È semplicissimo!!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis