Skip links

Tasse più assurde al mondo: scoprile tutte qui! Ti sorprenderanno…

Ecco le tasse più assurde al mondo: le abbiamo raggruppate tutte qui apposta per te… 

Tasse più assurde al mondo: l’elenco

Se al momento ti trovi in spiaggia sotto l’ombrellone, o se invece sei a casa in completa tranquillità, al fresco magari con il tuo bel climatizzatore acceso perché preferisci trascorrere le tue vacanze lontano dalla confusione e dai rumori, e sei alla ricerca di una lettura gradevole, questo è l’articolo che fa per te!

Preparati! Qui di seguito ti forniremo un breve elenco su quelle che sono le tasse più assurde che esistono al mondo, perché ricorda… c’è una tassa per tutto!

1. Tasse più assurde al mondo: tassa sul respiro

Qualora ti trovassi a passare dall’aeroporto internazionale di Maiquetia a Caracas (Venezuela), ti occorreranno 127 bolivar (20 euro) per il pagamento della tassa sul respiro, a cui sono assoggettati i passeggeri, per compensare il costo del sistema di filtraggio dell’aria installato nel 2014 in aeroporto!

Secondo il ministero dell’Acqua e del Trasporto aereo venezuelano, il sistema di filtrazione dell’aria rende sano e allo stesso tempo deodora l’aeroporto, bloccando la crescita dei batteri e proteggendo così la salute di tutti i passeggeri.

2. Tasse più assurde al mondo: tassa sulla stregoneria

In Romania, Paese in cui molti dei suoi abitanti sono persone superstiziose, la stregoneria è un business davvero fiorente. Si tratta di un’attività che fino a pochi anni va non era ben vista di buon occhio e che, per tale motivo, il governo disconosceva.

Dal 2011, anno in cui molti Paesi hanno dovuto affrontare la crisi economica, il Ministero delle Finanze rumeno ha introdotto il pagamento di una tassa destinata a coloro che, un tempo, svolgevano i mestieri non “ufficialmente riconosciuti”. Tra questi, anche astrologi e maghi, per i quali, da allora è obbligatorio il pagamento di imposte pari al 16% del loro reddito. Il risultato? Migliaia di incantesimi lanciati contro la classe politica!

 3. Tasse più assurde al mondo: tassa sui nomi dei bambini

Quella della tassa sui nomi dei bambini è una tassa molto bizzarra, la cui originalità contraddistingue la Svezia, dove la scelta dei nomi dei bambini necessitano dell’approvazione dell’ente fiscale.

L’Agenzia delle imposte svedese deve approvare il nome del bambino scelto dai genitori, prima del festeggiamento del suo quinto compleanno!  In mancanza di autorizzazione, i genitori possono essere multati fino a 5.000 corone (circa 500 euro).

La diffusione della sopracitata tassa risale a 36 anni fa, quando nel 1982 venne approvata una legge secondo cui occorreva ricevere un’approvazione sul nome del nascituro da parte dell’ente competente per proteggerlo da un nome di natura offensiva o ambigua. Ad esempio, di recente l’Agenzia stessa ha già respinto il nome “Ikea” così da non destare confusione e “Allah” (a causa di un potenziale reato religioso). Tuttavia, per nomi come “Lego” o “Google” l’ente ha rilasciato l’approvazione.

4. Tasse più assurde al mondo: tassa sull’obesità

In Danimarca, per ridurre il problema dell’obesità della popolazione, il governo ha introdotto una tassa di 16 corone (corrispondente a circa 2,14€) per tutti quei prodotti ad alto contenuto di grassi saturi come, ad esempio, il burro e l’olio. Qual è il fine ultimo dell’aver imposto questa tassa? La preoccupazione da parte del governo danese di controllare il peso dei propri cittadini e la loro alimentazione.

5. Tasse più assurde al mondo: tassa sullo sciacquone

I contribuenti di Maryland (Stati Uniti) sono soggetti al pagamento di una tassa per tirare lo scarico del gabinetto: 30$ all’anno, in media più di 2,5$ al mese per ogni singolo water a disposizione. Il motivo? La tutela e conservazione dell’estuario di Chesapeake Bay dalle eccessive acque sporche prodotte ogni giornalmente da industrie locali.

In questo caso sarebbe meglio per gli abitanti del posto non avere più di un bagno ad abitazione!

6. Tasse più assurde al mondo: tassa su piercing e tatuaggi

Nel sud degli Usa, in Arkansas, chi decide di fare un piercing o un tatuaggio, dovrà pagare oltre al prezzo richiesto dal negoziante, anche una tassa del 6%: si tratta di un’imposizione fiscale molto rigida, che mira a scoraggiare qualsiasi forma di alterazione corporea attuata dai cittadini locali: di conseguenza, chi decide di modificare un po’ il proprio aspetto, deve prima fare i conti in tasca!

7. Tasse più assurde al mondo: tassa sui social

Da pochi mesi, in Uganda, è stata approvata la normativa che impone la tassa sui social. Infatti, a partire dal primo luglio, tutti i possessori di Sim abilitate alla navigazione sui social dovranno pagare 200 scellini al giorno (circa 0,04 centesimi) per utilizzare le famose piattaforme social come WhatsApp, Facebook e Twitter secondo quanto stabilito dalla nuova norma varata. Chissà se il presidente dell’Uganda riuscirà così a fermare gli eccessivi pettegolezzi che girano in rete.

8. Tasse più assurde al mondo: tassa sulla frutta fresca

Chi compra frutta fresca dai distributori automatici in California, è soggetto ad una tassazione extra del 33%; nel Maine, invece, è previsto il pagamento di un tributo pari ad un centesimo e mezzo per libra, riservato a tutti i cittadini che lavorano, trasportano o vendono mirtilli.

9. Tasse più assurde al mondo: tassa sul sudore

Anche per le tasse più assurde al mondo, trova posto il nostro bel Paese. In Italia, infatti, dal 1° gennaio 2018 è stato esteso l’obbligo a tutti i ciclisti amatoriali del pagamento della tassa sul sudore o Bike Card, pagata tramite una quota pari a 25€ da versare alla Federazione Ciclistica Italiana. Il pagamento della Bike Card, permetterà di partecipare a gare non agonistiche o anche solo a percorsi cicloturistici organizzati.

10. Tasse più assurde al mondo: tassa sul fumo

Dulcis in fundo a proposito di tasse più assurde al mondo… Ad Hubei (in Cina), lo Stato ha avviato una manovra pro-fumo per incoraggiare l’economia interna del Paese a discapito della salute dei suoi cittadini: un vero e proprio incentivo al fumo e al consumo di tabacco!

Se ti è piaciuto questo articolo, ti consiglio la lettura delle tasse più assurde in Italia; inoltre se sei a conoscenza di altre tasse assurde diffuse nel mondo, puoi condividerle in un commento!

Se inoltre vuoi rimanere sempre aggiornato sui temi fiscali, scarica EasyTax Assistant, la prima App italiana che semplifica la tua gestione fiscale e ti aiuta a risparmiare!

Leave a comment

Name*

Website

Comment

Scarica GratisScarica Gratis